Video ricetta: “Spaghetti Cacio e Pepe”

il sommelier ha abbinato:
“PLENIO”
UMANI RONCHI
Castelli di Jesi Verdicchio Ris.
clicca e leggi →
difficoltà: 
tempo: 20 minuti

spaghetti cacio e pepe

 

Adoro gli spaghetti “Cacio e Pepe”!!!!!

Sono la semplicità per eccellenza, tre ingredienti che formano un piatto che esiste da secoli, praticamente da sempre…..

Spulciando in rete si trovano una miriade di versioni di questo classico della cucina Romana, diciamo pure che ognuno ha la sua, io ho scelto quella che mi sembrava più completa, ma anche facile da eseguire, questa ricetta è il classico “Salvacena”, pronta nel tempo di cottura dello spaghetto senza soffritti o cose del genere. Ciò che fa la differenza in un piatto come questo è la scelta delle materie prime, un pecorino come si deve uno spaghetto trafilato al bronzo e pepe assolutamente macinato al momento.

Provate anche la versione rivisitata: “Risotto Cacio e Pepe” risultato assicurato!!!!!

Che ne pensi di questa ricetta?                                                                         COMMENTA!!!!!                                                                                                                       La tua opinione Ci interessa!!!!!

Ingredienti

L'abbinamento del Sommelier:

“PLENIO”
UMANI RONCHI
Castelli di Jesi Verdicchio Ris.
CLICCA QUI per visitare il sito web del produttore
et_plenio2009La bellezza delle Marche sta nella cornice di colline vitate che vanno ad incontrare le acque del mare Adriatico. Portavoce nel mondo di tanta generosità che Madre Natura ha voluto donare a questa bellissima regione è senza ombra di dubbio l’Azienda Umana Ronchi S.p.a., fondata verso la fine degli anni ’50 da Gino Umani Ronchi a Cupramontana, città della Dea Cupra, in provincia di Ancona, definita da molti la città del Verdicchio. Proprio il Verdicchio, insieme all’altro vino regionale per eccellenza, il Rosso Piceno, sono stati la scommessa e l’avvenuta riuscita di quel processo di famosa internazionalizzazione dell’azienda, avvenuta prima in terra d’Europa, con i mercati di Germania e Inghilterra a farla da padrone, poi negli ultimi vent’anni nel mondo intero. Il grande pregio delle persone a capo dell’Umani Ronchi è stato per primo quello di credere ciecamente nelle potenzialità espressive di questi due vitigni autoctoni in tempi sconosciuti, poi nel far sì che venisse conosciuto e apprezzato da una eterogenea clientela dislocata in tutto il globo, con le culture e le proprie idee sul bere il vino. E’ proprio questa storia di lungimiranza e perseveranza che ha fatto nascere in me la voglia di provare questi suoi prodotti e di rimanerne incantato, sia dal punto di vista qualitativo, il Plenio su tutti, che di diversità produttiva.
Caratteristiche organolettiche:
COLORE:  Giallo paglierino carico con  riflessi dorati.
OLFATTO:  Abbastanza intenso, complesso con sentori fruttati ,vegetali, di miele e una leggera nota di anice tipica del vitigno.
GUSTO:  Secco, in bocca risulta fine con un’ottima freschezza, morbido,equilibrato, persistente con un finale leggermente ammandorlato.
TEMPERATURA CONSIGLIATA:  11°- 12° C.
PREZZO IN ENOTECA:  18 euro circa.
Altro vino da segnalare:
Metodo Classico Millesimato LA HOZ.
CLICCA QUI per visitare il sito web del produttore
SCRIVI AL SOMMELIER: andrea@aglioincamicia.com
Partecipa anche tu, lascia un commento qui sotto: